Agrigento, arrestato per stalking dopo 10 mesi di latitanza

Fermato dai carabinieri Armando Lo Cascio, 66 anni, di Porto Empedocle. È accusato di aver perseguitato una sua vicina di casa. Era stato cercato anche a Malta

AGRIGENTO. I carabinieri del reparto operativo di Agrigento hanno arrestato, dopo quasi 10 mesi di ricerche, il latitante Armando Lo Cascio, 66 anni, di Porto Empedocle (Ag), accusato e condannato per stalking ai danni di una sua vicina di casa. Lo Cascio era stato cercato anche a Malta. E' stato, però, trovato in una intercapedine della sua abitazione.
Lo Cascio, dipendente del Parco archeologico di Agrigento, era stato condannato, nel febbraio del 2011, a 2 anni di reclusione per stalking. Un mese dopo, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, chiesta dal pm Giacomo Forte e firmata dal gip Luca D'Addario, era stato arrestato. L'arresto era dovuto alle nuove persecuzioni ai danni della quarantenne. A luglio, una nuova ordinanza di custodia cautelare sempre per fatti analoghi, ma lui si era reso irreperibile. A metà ottobre, sempre del 2011, il giudice monocratico della sezione penale del tribunale di Agrigento, Alessia Geraci, con proprio decreto, aveva aggravato lo status da irreperibile a latitante.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati