Bimbo morto a Palermo, esclusi traumi

Effettuata l’autopsia sul corpo del piccolo Dario Rizzo, 10 anni, deceduto venerdì mentre giocava a pallone. La causa della morte potrebbe essere una malformazione congenita

PALERMO. Nessun segno di violenza, nessuna frattura o trauma, nessuna droga nel sangue. Dario Rizzo, il bambino di dieci anni morto venerdì scorso a Palermo mentre stava giocando a pallone sotto casa. È quanto emerge dai primi riscontri dell'autopsia eseguita al Policlinico dal medico legale Paolo Procaccianti, e disposta dal pm Carlo Marzella. Il bimbo era affetto da una malattia pregressa, ancora non identificata: saranno i successivi esami istologici a dare le conferme.  Il bambino stava giocando nel quartiere Villaggio santa Rosalia, quando è stato colto da un malore. Soccorso da un passante e accompagnato al pronto soccorso del Policlinico, vi è giunto già in arresto cardiaco.


Intanto la madre e i parenti smentiscono con forza le voci che erano circolate sul presunto uso di anabolizzanti da parte del piccolo: "Non ha mai preso niente, e se faceva pesi era solo per emulare il fratello più grande. Si tratta di voci ridicole". Il loro dolore in un articolo sul Giornale di Sicilia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati