Restauro di monumenti e siti: assegnati 54 milioni per 23 progetti

La copertura economica potrebbe non bastare per soddisfare le richieste. Si tratta di iniziative finalizzate al restauro di monumenti e alla valorizzazione del patrimonio artistico. Il punteggio più alto è stato assegnato al piano della provincia di Catania per la realizzazione di un sistema integrato museale. Un'opera per la quale sono stati richiesti alla Regione 125 mila euro

PALERMO. Il dipartimento ai Beni Culturali ha determinato quali progetti potranno essere finanziati. Ma la copertura economica potrebbe non bastare per soddisfare le richieste dei Comuni. Sono 54 gli interventi che hanno ricevuto l'ok dall'assessorato guidato da Sebastiano Missineo. Si tratta di iniziative finalizzate al restauro di monumenti e alla valorizzazione del patrimonio artistico. Le stesse per le quali saranno erogati oltre 23 milioni di euro.Fondi europei ripartiti in tre assi diversi. Il primo, relativo allo"
sviluppo di processi di gestione innovativa di beni, attività e serviziintegrati per la fruizione e la valorizzazione del patrimonio culturale contemporaneo", prevede una spesa di oltre 3 milioni. Il punteggio più alto è stato assegnato al piano della provincia di Catania per la realizzazione di un sistema integrato museale. Un'opera per la quale sono stati richiesti alla Regione 125 mila euro.


Quella più costosa, invece, è stata presentata dalComune di Caltanissetta, che chiede un contributo di oltre un milione eduecentomila euro per un progetto che prevede la realizzazione di percorsivirtuali che riproducono i castelli presenti nel comprensorio. Un altro asse difinanziamento è relativo ad "azioni di promozione e realizzazione di
retidi centri e laboratori per la produzione artistica e per la promozione della creatività e della qualità della produzione architettonica e urbanistica". Intervento per il quale sono stati stanziati 10 milioni 300 mila euro. Larichiesta economica maggiore è stata avanzata dal Comune di Fiumefreddo, che ha presentato per la realizzazione di un centro fieristico un preventivo di cinque milioni di euro. Ma ad avere maggiori chance di ottenere le
sovvenzionirichieste è il Comune di Spadafora, che vorrebbe realizzare laboratori diproduzione artistica all'interno del museo dell'argilla. Concretizzarequest'idea costerebbe un milione di euro. Per il terzo asse, invece, sono statiprevisti 9 milioni 400 mila euro. Riguarda la "valorizzazione di contesti architettonici, urbanistici e paesaggistici, connessi alle attività artistichecontemporanee".


Il progetto più accreditato per ottenere contributi, secondo le valutazioni della Regione, è quello del Comune di Ramacca, che punta a ristrutturare con i fondi comunitari l'ex serbatoio dell'acquedotto comunale che dovrebbe diventare un museo tematico. I beneficiari delle operazioni collocate in posizioni utili in graduatoria dovranno presentare i progetti degli interventi infrastrutturali al dipartimento entro 30 giorni dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del decreto firmato dal dirigente del dipartimento, Gesualdo Campo. Il testo riconosce la priorità per l'assegnazionedei fondi che saranno distribuiti fino all'esaurimento dei 23
milioniprogrammati. A seguire pubblichiamo l'elenco dei progetti con, tra parentesi,nome del beneficiario e importo del finanziamento richiesto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati