Lega, Renzo Bossi: do l'esempio, mi dimetto

Il figlio del senatur lascia il posto di consigliere regionale della Lombardia. "Senza che nessuno me l'ha chiesto faccio un passo indietro in questo momento di difficoltà"

Sicilia, Politica

ROMA. Renzo Bossi si dimette da consigliere regionale della Lombardia. "Senza che nessuno me l'ha chiesto faccio un passo indietro in questo momento di difficoltà, do l'esempio", dice a Tgcom24. "Sono sereno e ho fiducia nella magistratura -aggiunge-, anche se non sono indagato". "E' giusto e opportuno farsi da parte, sono sereno e so benissimo cosa ho fatto", ha concluso.
"Spero che la magistratura possa dare delle risposte alle domande che oggi ci si pone", ha proseguito Renzo Bossi a Tgcom24. "Sono sereno, so cosa ho fatto e soprattutto cosa non ho fatto e non sono indagato. In consiglio regionale negli ultimi mesi ci sono stati avvenimenti che hanno visto indagate alcune persone. Io non sono indagato, ma credo sia giusto e opportuno fare un passo indietro per il movimento".
"Mio padre? E' stata una scelta difficile fatta per salvare il movimento e dare alle domande che tutti si pongono le risposte che nel giro di poco tempo si avranno". Così Renzo Bossi ha spiegato a Tgcom 24 la sua scelta di dimettersi da consigliere regionale della Lombardia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati