Lega, in cassaforte Belsito una cartella con scritto "The family"

Tra i documenti dell'ex tesoriere del partito, sequestrati ieri, anche delle carte che potrebbero risalire alle elargizioni ai familiari del leader Bossi, che intanto annuncia la nomina del nuovo segretario amministrativo. Borghezio: "Su Umberto metterei la mano sul fuoco, ma solo per lui"

Sicilia, Cronaca

MILANO. ''Oggi decido la nomina del nuovo segretario amministrativo della Lega, il consiglio federale si riunisce per questo'': lo ha detto  il segretario federale della Lega Umberto Bossi. Alla domanda se ci siano altri argomenti all'ordine del giorno, Bossi ha replicato secco nuovamente : ''Oggi nominiamo il nuovo segretario amministrativo''.


IN CASSAFORTE BELSITO CARTELLA 'FAMILY' - Nella cassaforte del tesoriere della Lega Francesco Belsito tra la documentazione contabile sequestrata ieri dai carabinieri del Noe e dalla Guardia di Finanza vi e' anche una cartella con l'intestazione ''The family'. L'ipotesi degli investigatori è che i documenti siano relativi alle elargizioni ai familiari del
leader del Caroccio Umberto Bossi. Gli atti sono all'esame del pm di Napoli, Francesco Curcio, Vincenzo Piscitelli e John Henry Woodcock.


BORGHEZIO: "MANO SUL FUOCO SOLO PER BOSSI" - L'eurodeputato Mario Borghezio crede nell'estraneità di Umberto Bossi alle inchieste giudiziarie sull'uso di fondi del partito per la sua famiglia ma commenta l'intera vicenda con una battuta: «Potessi, mi fermerei qui a Mosca un mese. Escludo un suo comportamento men che legittimo, Umberto per come l'ho conosciuto io è un uomo che non sa neppure dove siano i soldi, è distante anni luce dal denaro. Certo, facendo l'avvocato civilista da una vita metterei la mano sul fuoco per me e per Bossi, ma su nessun altro»

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati