Gela, fallita rapina in una gioielleria

GELA. Quattro colpi di mazza, o di piccone, forse cinque, per tentare di sfondare la vetrina di una gioielleria a Gela, senza alla fine riuscirci e ignorando che gli oggetti in bella mostra non erano preziosi, ma semplice bigiotteria. La merce di valore, quella vera, era
custodita nelle bacheche all'interno del negozio e in cassaforte. Il fatto è accaduto durante la scorsa notte, nel cuore del centro storico, in corso Vittorio Emanuele, di fronte al sagrato sud della chiesa Madre. Nessuno, però, avrebbe visto i ladri nè udito il forte rumore dei colpi contro i vetri blindati che hanno resistito molto all'assalto dei rapinatori. Il negozio è di proprietà di un commerciante di 36 anni, Luca Battaglia, che ha informato dell'accaduto la polizia, alla quale ha consegnato la registrazione del sistema di videosorveglianza
del negozio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati