Sicilia, Editoriali

Pasqua, che Passione…

Alla fatta dei conti questo Vortice Canadese che sapiddu quali tragedie doveva armare, come venne se ne andò e la finì di sucarisi aria calda dalla Tunisia e di purtarisi novulo assai. Oggi fu una bella giornata e solo stamatina c’era un poco di negghia nel cielo. Domani sarà la stessa cosa. Solo il vento sarà un poco fuddigno nel senso che un colpo viene di Sud, un colpo viene di Levante, un colpo di nuovo di Libeccio. Ma la cosa importante è che dietro il Vortice Canadese c’è una specie di torta setteveli di Cappello di tempo buono che se la fida a reggere per tutta la simanata e farci sperare che la santa Pasqua ce la passiamo discreta. E Non solo.

Cominciamo di domani che sarà come oggi, anzi un pochino meglio. Uguale sarà mercoledì e così giovedì. Andiamo a venerdì che è il giorno delle processioni della Passione. Il tempo dalle parti nostre sarà sereno e così nella zona di Trapani dove fanno la processione dei Misteri  che dura tutta la notte e di cui ci viene una poco di gente di tutto il mondo. I devoti portano piedi piedi una poco di statue di legno e cartapesta che sono venti e hanno attipo cinquecento anni di vita. Corrispondono a tutte le stazioni del Calvario e dietro ogni statua c’è una banda che suona le marce funebri. I portantini delle statue fanno un passo particolare che si chiama «annacata» e che è come noi siciliani: Un passo avanti e due indietro. Bellissimo, andateci.

Sabato lasciamo sfogare il tempo perché, dietro l’alta pressione, si infila, maligna, una perturbazione che porta aria fresca e un poco di venti del Nord che fanno calare le temperature. Sabato sono previste piogge. Ma anche in questo caso non ci giurerei. Niente piogge invece domenica e, sintiti sintiti, nemmeno il Lunedì dell’Angelo. Insomma forse potete cominciare a fare la lista delle cose che vi servono per la scampagnata. Tuttavia, se sabato piove, ricordatevi di scegliere il luogo dove andate pensando che magari è chiossai u fangu ca a scarola. Nel senso proprio e nel senso dei cianè che non si sanno comportare e magari poi ci sono questioni. E ricordatevi che, almeno domenica, dovete scegliere un posto magari un poco riparato dal vento. Soffierà Ponente e Maestro abbastanza cazzuti quindi sarà bene scegliere un posto che ha un riparo da quella latata, Insomma, purtativi a bussola.

In questi giorni attenti al sole perché nel menzo della giornata iddu cafudda coi raggi ultraviolenti che fanno danno. E ora vi saluto che a Nika ci attocca di farisi un bello giro al Foro Italico. Idda insisti: niente niente che c’è qualche zito che l’aspetta? E se c’è che cosa è? Me iannaru? Mah…

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati