Regione, proroga di un mese per i precari

Il testo del decreto, di tre articoli, prevede la proroga dei contratti per 30 giorni, per un costo di 2 milioni e 700 mila euro. Nel ddl è stato, invece, soppresso l'articolo 3 che prevedeva «disposizioni finalizzate a garantire la rappresentanza di genere» nelle liste per le elezioni amministrative

PALERMO. Dopo lo stop al bilancio e alla Finanziaria (se ne riparlerà tra un mese) l'Ars ha approvato con 46 voti favorevoli, 19 contrari e un astenuto, la proroga fino al 30 aprile dell'esercizio provvisorio del bilancio regionale, varato il giorno prima dalla giunta. Il testo del ddl, di tre articoli, prevede la proroga, per un altro mese, dei contratti degli oltre 800 precari, per un costo di 2 milioni e 700 mila euro. Nel ddl è stato, invece, soppresso l'articolo 3 che prevedeva «disposizioni finalizzate a garantire la rappresentanza di genere» nelle liste per le elezioni amministrative.



Doveva essere una seduta lampo. Ma, dopo una serie di rinvii, il ddl è approdato a Sala d'Ercole solo nel pomeriggio. Fin dalla mattinata, nei corridoi dell'Ars, si intuiva che il cammino sarebbe stato tutt'altro che in discesa, per la volontà dell'opposizione di dire no ad un altro mese di esercizio provvisorio. In Aula, lo scontro tra maggioranza e opposizione si infiamma, dopo che in commissione Bilancio il capogruppo del Pdl Innocenzo Leontini aveva chiesto le dimissioni dell'assessore all'Economia Gaetano Armao. «Dopo aver presentato un bilancio falso, Armao propone la continuazione dell'esercizio provvisorio».


Immediata la replica dell'assessore, che sottolinea come, dopo le due sentenze della Corte Costituzionale - del 21 e del 28 marzo - che accolgono le obiezioni della Regione sulla impostazione che lo Stato ha dato all'attuazione del federalismo fiscale, è necessaria una trattativa con Roma. «Mi spiace che Leontini non abbia letto il verbale della seduta d'Aula precedente, nella quale avevo annunciato che gli approfondimenti imposti dalle due sentenze incidono sulle relazioni tra Stato e Regione. Ho scritto al ministro Gnudi per avere un incontro, in sede di commissione paritetica Stato-Regione, per analizzare le refluenze finanziarie sul nostro bilancio». Dello stesso parere Antonello Cracolici, presidente del Pd all'Ars: «Si è aperto uno spiraglio nuovo per la Sicilia, abbiamo la possibilità di reperire nuove risorse da destinare al sostegno della nostra economia: c'è bisogno di qualche giorno per capire come percorrere questa strada». Ma l'opposizione incalza. Il Pid con Totò Cordaro definisce Lombardo «lo sgovernatore, perché per la quarta volta ci troviamo davanti alla richiesta di esercizio provvisorio».


Per Michele Cimino, Grande Sud, si tratta di uno «spettacolo indegno del governo tecnico che ha dimostrato inadeguatezza e incompetenza».  La seduta viene sospesa ancora una volta, dopo le obiezioni del Pdl sulla copertura finanziaria dei contratti dei precari. Una prima versione del ddl prevedeva, infatti, che fino ad aprile gli stipendi dei lavoratori fossero posti a carico del patrimonio dell'Espi, l'Ente siciliano per la promozione industriale in liquidazione. Poi, su pressioni del Pdl, ripresa la seduta, l'assessore Armao annuncia che «per scongiurare qualsiasi rischio di censura si useranno, invece, i fondi globali del bilancio triennale». I rinnovi riguardano i 233 contrattisti dell'ex Agenzia per i rifiuti, i 90 esperti dell'assessorato al Territorio che si occupano dei Piani di assetto idrogeologico (Pai) e delle procedure per la Via-Vas (Valutazione di impatto ambientale e strategico). Contratto prorogato anche ai 10 esperti dell'ex Emergenza idrica, ai 280 tecnici della Protezione civile, ai 64 ex Asu e a un centinaio dei consorzi di bonifica.
L'Ars ha poi approvato il ddl sulla catalogazione dei geositi e quello relativo ai Lavori in economia nel settore forestale. I lavori riprenderanno il 12 aprile, con all'ordine del giorno la discussione della manovra e il voto finale del bilancio.
……………..

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati