Gli affari in Sudafrica di Palazzolo: dall'acqua ai diamanti

PALERMO. Vito Roberto Palazzolo, in oltre 25 anni di vita sudafricana, è diventato un importante uomo d'affari. Secondo una nota dei carabinieri il commercialista condannato a nove anni per mafia gestirebbe nel Paese di Mandela sorgenti idriche dalle quali viene imbottigliata l'acqua denominata "Eau de vie" che viene fornita, in esclusiva, alla compagnia aerea di bandiera "South African Airways", avrebbe costituito un istituto di sicurezza personale denominato "The security", costituito da cittadini russi e marocchini, sarebbe proprietario di un grande allevamento di struzzi da riproduzione e di una riserva di caccia frequentata da facoltosi personaggi locali.
Per gli investigatori Palazzolo avrebbe interessi in Angola nella società denominata "RCB Corporation L.d.a." che si occupa dello sfruttamento minerario del terreno per l'estrazione di pietre preziose ed è titolare della "Von Palace Diamond Cutters" importante società per il taglio di diamanti.
Secondo i carabinieri il siciliano fermato a Bangkok sarebbe in stretti rapporti d'affari con il conte Riccardo Agusta, figlio di Corrado ex magnate degli elicotteri, al quale avrebbe venduto, verso la fine del 1999, le sue proprietà, venendo al contempo nominato amministratore del patrimonio grazie ad un contratto da "consulente".
Secondo la nota investigativa sarebbe stata "una trovata per aggirare la legge approvata nel gennaio 2000 dal Parlamento sudafricano, che permette la confisca dei beni a chi è riconosciuto membro della criminalità organizzata".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati