Palermo, irregolarità in centro medico: stop ad autorizzazione

L'assessorato regionale della Salute ha chiesto alla direzione dell'Asp di Palermo l'immediata dei permessi nei confronti del «Centro Ippocrate»

PALERMO. Per «gravissime carenze assistenziali, organizzative e strutturali», l'assessorato regionale della Salute ha chiesto alla direzione dell'Asp di Palermo l'immediata revoca dell'autorizzazione sanitaria nei confronti del «Centro Ippocrate» che si trova in via Nunzio
Morello a Palermo. La vicenda ha preso spunto alcuni giorni fa da una segnalazione pervenuta alla segreteria dell'assessorato da parte di un paziente che lamentava di avere ricevuto indebite richieste economiche dalla struttura per prestazioni che avrebbero dovuto essere effettuate gratuitamente. Dopo aver verificato che il «Centro Ippocrate» non era autorizzato a svolgere quel tipo di prestazioni, l'assessore regionale Massimo Russo ha sollecitato l'intervento dei carabinieri del Nas la cui ispezione ha fatto «emergere gravi irregolarità».  «Un fatto gravissimo - ha detto l'assessore Russo - sul quale devono essere presi provvedimenti consequenziali. Continueremo la nostra attività di controllo sul territorio perchè certe vergognose situazioni non sono più accettabili e verificheremo se nel centro abbiano operato abusivamente medici dipendenti di strutture pubbliche: ove questo risultasse vero chiederemo l'adozione di provvedimenti durissimi».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati