Inter, Via Ranieri: arriva Stramaccioni

il presidente Massimo Moratti nel pomeriggio assicura di voler andare avanti col mister sino alla fine della stagione. Intorno alle 22 il colpo di scena col cambio in panchina. Il nuovo allenatore è il promettente tecnico della Primavera nerazzurra, reduce da un trionfo europeo con l'Ajax

MILANO. Andrea Stramaccioni è il nuovo allenatore dell'Inter. Sostituisce Claudio Ranieri. Lo annuncia il club con una nota ufficiale.
«Il Presidente Massimo Moratti e tutta la F.C. Internazionale - si legge nella nota diffusa dal club nerazzurro sul suo sito - ringraziano Claudio Ranieri e il suo staff per la professionalità e l'impegno profusi, con sincerità, in questi mesi alla guida della squadra. F.C. Internazionale comunica inoltre di aver affidato la squadra ad Andrea Stramaccioni, tecnico della Primavera che ha vinto la prima edizione della Next Generation Series. Il più grande e affettuoso in bocca al lupo ad Andrea Stramaccioni che da domani sarà al lavoro con la squadra al centro sportivo Angelo Moratti».
Doveva essere una serata tutto sommato tranquilla, ma con l'Inter mai dire mai: il presidente Massimo Moratti nel pomeriggio assicura di voler andare avanti con Ranieri sino alla fine della stagione.
Ma, evidentemente, con il passare delle ore, aumentano i dubbi, e le perplessità. Intorno alle 22 il colpo di scena: l'Inter annuncia con un comunicato ufficiale il nuovo cambio in panchina, via Claudio Ranieri, arriva Andrea Stramaccioni, 36 anni, promettente tecnico della Primavera nerazzurra. Reduce da un trionfo europeo con i suoi ragazzi, già da ieri mattina era sotto i riflettori e non soltanto per la vittoria contro l'Ajax.
In molti iniziano a vedere in Stramaccioni il possibile sbocco a una situazione difficile, critica, quasi plumbea. La sconfitta contro la Juventus fa male, troppo per Moratti. Si riunisce il vertice della società: Branca, Ausilio, Filucchi si siedono attorno a un tavolo per valutare, capire e analizzare. Un incontro fiume al termine del quale nessuno dice una parola. Ma si intuisce che qualcosa sta per accadere.
Un minuto dopo l'altro crescono le quotazioni di Stramaccioni, il quale ha un gran feeling con il presidente e, in una intervista di ieri mattina, si diceva pronto a tutto, anche al grande salto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati