Napolitano: "Nel 2013 non mi ricandiderò"

Il presidente della Repubblica: "E' necessario passare la mano, è necessario che si facciano avanti altri per questa carica. La stanchezza c'è, e nessuno è insostituibile"

Sicilia, Politica

ROMA. "E' necessario passare la mano. E' necessario che si facciano avanti altri per la carica di presidente della Repubblica". Lo ha detto il Capo dello Stato Giorgio Napolitano , dicendo dunque he non si ricandiderà al Quirinale nel corso di un documentario prodotto dalla Rai. Il film è stato registrato lo scorso 16 gennaio. "Effettivamente la stanchezza c'é e poi non si deve mai ritenere di essere insostituibili", ha detto il presidente rispondendo ad una serie di domande di ragazzi studenti del liceo Virgilio di Roma. "Sono una persona che ha lavorato molto, ha avuto molte soddisfazioni, molte responsabilità, ma sono una persona - ha sottolineato - molto avanti negli anni". Per questo, ha aggiunto Napolitano, "é necessario passare la mano, è necessario che si facciano avanti altri anche per la carica di presidente della Repubblica". Giorgio Napolitano ha quindi concluso questa inedita intervista portata avanti da due classi del liceo romano invitando i giovani ad un nuovo incontro, ma "da privato cittadino" dopo il maggio del 2013, data della fine del settennato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati