Palermo, venerdì sciopero dei lavoratori Gesip

Lo hanno proclamato le segreterie di Uiltucs-Uil, Filcams-Cgil, Alba, Conflavoratori, Cisal, Fisascat-Cisl e Ugl. Via anche allo stato di agitazione di tutte le maestranze in vista della scadenza del contratto

PALERMO. Le segreterie di Uiltucs-Uil, Filcams-Cgil, Alba, Conflavoratori, Cisal, Fisascat-Cisl e Ugl hanno proclamato per venerdì 23 marzo uno sciopero dei lavoratori della Gesip, «considerato che - scrivono, in una nota - nessuna risposta è pervenuta dopo gli incontri con il Comune di Palermo e in relazione alla manifestata volontà di trovare soluzioni, idonee a garantire la prosecuzione delle attività dei richiamati lavoratori dopo il 31 marzo prossimo». I sindacati hanno inoltre proclamato «l'immediato stato di agitazione di tutte le maestranze, con la riserva di proclamare ulteriori iniziative di lotta a sostegno della vertenza». Le iniziative, hanno spiegato in una nota i sindacati, «potranno essere tempestivamente revocate a fronte di un riscontro sulle ipotesi di un significativo prolungamento delle attività lavorative che permettano di riattivare tavoli nazionali».  Proteste anche per Multiservizi e Biosphera, partecipate dalla Regione: è stato proclamato uno sciopero per il 29 marzo. Tra i motivi della protesta l'imminente scadenza dei contratti di servizio e «l'ennesimo confronto mancato per l'assenza, da parte dell'impresa, di una interlocuzione.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati