Nave sugli scogli a Messina, il comandante: "Mi sono addormentato"

Ad ammetterlo l'ucraino Sergy Kryvodud, 41 anni, stamani durante un interrogatorio in Procura. Avrebbe inserito il pilota automatico e per questo ha perso il controllo

MESSINA. Il comandante della nave Hc Rubina, l'ucraino Sergy Kryvodud, 41 anni, stamani durante un interrogatorio in Procura, a Messina, ha confessato di essersi addormentato in plancia e di aver inserito il pilota automatico e per questo ha perso il controllo della nave che è andata a finire contro gli scogli antistanti il tratto di mare del rione di Ganzirri, nella città dello Stretto.


Il comandante ha detto di non aver sentito gli uomini del Vts che più volte gli hanno chiesto di cambiare rotta. Si è risvegliato poco prima dell'impatto ed è solo riuscito a ridurre la velocità. In plancia oltre al comandante, secondo quanto previsto per la navigazione dello Stretto, ci sarebbero dovuti essere altri membri dell'equipaggio. Kryvodud è indagato per naufragio e violazione del codice della navigazione. La piccola falla che la nave ha riportato nell'impatto nei prossimi giorni verrà riparata.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati