Formazione, controlli a tappeto

"Verificheremo ogni singola sede anche più volte", dice il dirigente regionale della Formazione, Ludovico Albert. "Con i 286 milioni di euro dell’Unione europea per finanziare i nuovi corsi in Sicilia, non si scherza"

PALERMO. «Ci saranno controlli a tappeto, ogni giorno. Verificheremo ogni singola sede anche più volte». Il dirigente regionale della Formazione, Ludovico Albert, è categorico. Con i 286 milioni di euro dell’Unione europea per finanziare i nuovi corsi in Sicilia, non si scherza.

Il finanziamento agli enti adesso sarà erogato attraverso il pagamento delle ore di lezione svolte. Il costo è uguale per tutti: 129 euro per ogni ora. All’interno di questa cifra l’ente dovrà prevedere ogni costo, a cominciare da quello del personale. Dunque torna il via libera alle assunzioni, che erano state bloccate al 31 dicembre 2008 da un decreto.

Ma sul tema del personale, Albert comunque è chiaro: «Se ci saranno assunzioni, dovranno essere comunicate. Tutti gli enti non saranno totalmente liberi di agire – spiega il dirigente – nel senso che il bando assegnava un punteggio significativo per chi dava la disponibilità ad attingere per il personale dall’elenco degli operatori della formazione. Per cui se questi enti non rispetteranno quanto dichiarato, dovranno pagare delle penalità».

Il finanziamento è legato anche al numero di allievi che frequenterà i corsi. Insomma, i nuovi corsi di formazione dovranno comunque rispettare tutta una serie di paletti che la Regione controllerà costantemente. «Il meccanismo è semplice – spiega Albert – siccome il pagamento avviene sulle ore di lezione svolte, il primo controllo che effettuiamo è quello sullo svolgimento dei corsi grazie a dei registri elettronici che ci comunicano in tempo reale tutte le informazioni necessarie».

Manco a dirlo, il dipartimento è già pronto a una sorta di maxi-controllo dei corsi. «Abbiamo siglato un accordo con la dirigente del Lavoro – spiega ancora Albert – per utilizzare gli ispettori della Regione, ed è stato pure aggiudicato un appalto per impiegare personale esterno all’amministrazione. Ci sarà in campo un esercito di controllori capaci di decine di controlli al giorno. Anche perché la loro azione, grazie al registro elettronico, sarà molto rapida. Dovranno solo verificare che quanto comunicato tramite internet, cioè il numero di allievi e la lezione in corso, corrispondano al vero. Effettueremo controlli in ogni singola sede, anche più volte».


Intanto l’assessore regionale Mario Centorrino sottolinea anche l’importanza della nascita dell’Osservatorio sulla formazione e sul mercato del lavoro: «Quest’anno sono stati premiati i progetti che puntavano su rifiuti, energie rinnovabili, agroalimentare e filiera commerciale dei beni alimentari. L’obiettivo è quello di monitorare l’utilità dei corsi e i risvolti occupazionali».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati