Riciclaggio, la Barbaro spa: "Noi estranei"

Lo afferma una nota del gruppo in relazione alle indagini, in Sicilia, sul presunto acquisto simulato di sei navi dalla Corea del Sud per fatturare costi mai sostenuti e detrarre dal fisco oltre 20 milioni di euro

PALERMO. La «Pietro Barbaro spa è totalmente estranea ai fatti contestati dalla procura di Palermo» e sottolinea che «l'attività imprenditoriale dell'intero gruppo Barbaro si è sempre svolta nel pieno rispetto dei principi di trasparenza e legalità». Lo afferma una nota del gruppo in relazione alle indagini, in Sicilia, sul presunto acquisto simulato di sei navi dalla Corea del Sud per fatturare costi mai sostenuti e detrarre dal fisco oltre 20 milioni di euro.  «La società - prosegue la nota - è assolutamente tranquilla in ordine alle indagini in corso, cui ha prestato la massima collaborazione e fiduciosa nell'operato degli organi inquirenti». 


«In particolare, con riferimento all'indagine relativa alla vendita nel 2004 delle sei navi in costruzione in Corea alla società Minerva, leader nel panorama armatoriale internazionale, regolarmente consegnate e ad oggi ancora operative, qualsiasi sospetto - dichiara la società - è infondato poichè si tratta di regolare cessione di contratti di costruzione, con la più ampia e trasparente documentazione a supporto. Massima trasparenza per la vendita delle sei navi».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati