Il legale di Dell’Utri: confidiamo nei giudici

L’avvocato Giuseppe Di Peri: “Abbiamo presentato molti motivi di ricorso e siamo convinti che ricorrano tutti i presupposti per un nuovo giudizio di rinvio”

ROMA. "Confidiamo che da parte della Cassazione ci sia un annullamento della sentenza emessa dalla Corte d'appello di Palermo: abbiamo presentato molti motivi di ricorso e siamo convinti che ricorrano tutti i presupposti per un nuovo giudizio di rinvio". Lo sottolinea l'avvocato Giuseppe Di Peri che ha difeso il senatore Dell'Utri nelle fasi di merito del processo per concorso esterno. Di Peri è arrivato in Cassazione insieme al collega Pietro Federico e a Massimo Crogh, il legale che, da solo, discuterà il ricorso presentato dalla difesa del senatore. "La conferma della sentenza di Palermo sarebbe veramente drammatica", ha aggiunto Di Peri. Se così fosse, infatti, per Dell'Utri si aprirebbero le porte del carcere e perderebbe anche il seggio di senatore. Per questa vicenda il senatore non ha mai scontato nessuna misura di restrizione della libertà personale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati