Ferrandelli: "Contro di me una macchina del fango"

Il vincitore delle primarie: "Ho conosciuto Francesca Trapani quando era rappresentante di lista per Leoluca Orlando; lavora per l'associazione 'Donne insieme associatè. Mi ha detto che alcuni cittadini le hanno firmato le deleghe per andare a ritirare i certificati elettorali. Tutti dovrebbero accettare il risultato di queste votazioni"

PALERMO. «Ho conosciuto Francesca Trapani quando era rappresentante di lista per Leoluca Orlando; lavora per l'associazione 'Donne insieme associatè. Mi ha detto che alcuni cittadini le hanno firmato le deleghe per andare a ritirare i certificati elettorali. Mi risulta che le tessere sequestrare sono 55, una trentina delle quali votate». Lo dice in conferenza stampa Fabrizio Ferrandelli, vincitore delle primarie del centrosinistra a Palermo, parlando della donna, rappresentante della sua lista, indagata dalla Procura per attività illecite nel gazebo del quartiere Zen.«Contro di me c'è una campagna ordita col metodo Boffo, una macchina del fango in azione. Ma io vado avanti, non permetterò a nessuno di tradire il voto dei palermitani. Chi muove questa macchina del fango? Credo che Leoluca Orlando dovrebbe rispettare il risultato - risponde ai cronisti - Lui diceva che bisognava votare il sindaco Borsorlando, ma è stato sconfitto. Capisco che gli bruci, ma c'è un posto anche per lui e per Fabio Giambrone»

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati