Orlando: "Primarie inquinate"

Il portavoce dell'Idv: "Quello che è successo è molto grave". Via al riconteggio: potrebbe durare qualche giorno. Cracolici: "Lupo tragga le dovute conseguenze"

PALERMO. "Quello che è successo a Palermo è molto grave. Si tratta di primarie inquinate, aspettiamo le verifiche». Lo ha detto Leoluca Orlando, portavoce dell'Idv.


Intanto la commissione elettorale per le primarie del centrosinistra a Palermo nel pomeriggio procederà alla verifica dei verbali consegnati in nottata dai presidenti del 31 seggi incrociandoli con i dati raccolti alla fine degli scrutini che attribuiscono la vittoria a Fabrizio Ferrandelli, che supera Rita Borsellino per 148 voti. Secondo il comitato della Borsellino ci sarebbero una cinquantina di voti sospetti nel seggio di Mondello più altre situazioni ambigue in altri seggi. Borsellino ha deciso di rinviare la conferenza stampa
prevista alle 15 in attesa che la commissione ufficializzi il risultato delle primarie. I verbali e il denaro raccolto (per votare bisognava pagare 1 euro) sono stati chiusi ieri sera in una stanza. Secondo quanto si apprende in ambienti Pd, le verifiche della commissione potrebbero andare avanti per qualche giorno. Nel seggio di Mondello ci sarebbero 50 schede in più non verbalizzate mentre nel seggio di piazza Campolo si stanno verificando eventuali anomalie durante un black-out durato una ventina di minuti. In caso di irregolarità gravi il comitato elettorale potrebbe investire la commissisione di garanzia che potrebbe anche annullare il voto nell'intero seggio.


CRACOLICI: "LUPO TRAGGA LE DOVUTE CONSEGUENZE" - «Non sono un tagliatore di teste, ma il segretario del Pd Giuseppe Lupo tragga le dovute conseguenze dal risultato delle primarie. Domenica è convocata l'assemblea regionale del partito per discutere la mozione di sfiducia presentata a prescindere dalle primarie, speriamo che non si svolga e che prima accada qualcosa». Lo dice il capogruppo del Pd all'Assemblea regionale siciliana, Antonello Cracolici, rispondendo ai cronisti che gli hanno chiesto se il segretario Lupo, che ha sostenuto Rita Borsellino, deve dimettersi.


LUMIA: "VALUTEREMO DE CHIEDERE DIMISSIONI BERSANI" - Adesso ascolteremo la base e decideremo se dobbiamo chiedere le dimissioni di Bersani oppure no». Il senatore Beppe Lumia, sostenitore di Fabrizio Ferrandelli, vincitore delle primarie del Pd a Palermo, ospite '24 Mattinò su Radio 24 attacca i vertici del partito.  «Noi a Palermo- ha detto Lumia- avevamo detto scegliamo Ferrandelli e escludiamo le scelte romane. Non vorremmo rovesciare il discorso per cui dalle scelte di Palermo si impongono delle scelte romane. Sarà Bersani a valutare lo stato di salute del partito. Noi ascolteremo la base e decideremo se dobbiamo chiedere le dimissioni oppure no. Ma certo i segretari nazionali che hanno sbagliato questa scelta (oltre a Bersani Di Pietro e Vendola, ndr) riflettano e facciano il bene del proprio partito. Devono assumersi la responsabilità migliore che comporta una scelta sbagliata fatta a Palermo. Noi valuteremo qual è la responsabilità migliore».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati