Mafia, confermate condanne contro il clan Resuttana

Oltre 35 anni di carcere a cinque presunti esponenti della cosca. Il processo trae spunto dall'operazione Eos grazie alle dichiarazioni del pentito Manuel Pasta

PALERMO. La quarta sezione della corte d'appello di Palermo ha confermato le condanne a oltre 35 anni di carcere inflitte in primo grado a cinque presunti esponenti del clan mafioso del quartiere Resuttana di Palermo, accusati di mafia ed estorsione. Gli imputati erano Mario Napoli e Carlo Giannusa, ai quali sono stati inflitti otto anni e otto mesi di carcere ciascuno; Angelo Bonvissuto, condannato a sei anni e quattro mesi; Marcello Campagna, a sei anni; Gioacchino Morisca, a sette anni e sei mesi.
Il processo prende le mosse dall'operazione denominata Eos 2 che, nell'aprile 2010, grazie alle dichiarazioni del pentito Manuel Pasta, portò in carcere dieci persone.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati