Iniezione letale per un bimbo di 4 anni

Tragedia a Palma di Montechiaro, il piccolo è deceduto poco prima dell'arrivo in ospedale a Licata. Forse la causa lo choc anafilattico causato da un antibiotico comministrato dai genitori

LICATA. Un bambino di 4 anni, di Palma di Montechiaro (Agrigento), è deceduto poco prima dell'arrivo in ospedale a Licata.
I genitori hanno riferito ai medici del pronto soccorso del San Giacomo d'Altopasso che il piccolo avrebbe iniziato a star male dopo una iniezione di un farmaco, verosimilmente un antibiotico, fattagli perché il bambino aveva febbre e raffreddore. I carabinieri hanno sequestrato la salma ed avvisato il sostituto procuratore di turno di Agrigento, che ha aperto un fascicolo d'inchiesta.


DISPOSTA L'AUTOPSIA.  Il sostituto procuratore di Agrigento, Santo Fornasier, ha disposto per venerdì mattina l'autopsia sulla salma del bambino di 4 anni deceduto, ieri sera, dopo una iniezione di medicinali fatta dalla madre.  Anche il pediatra del bimbo, questa mattina, è stato sentito dai poliziotti di Palma di Montechiaro ed ha confermato la prescrizione medica fatta per la forte tosse e bronchite del bimbo. Il bambino, residente nel quartiere del Villaggio Giordano di Palma di Montechiaro, avrebbe compiuto 5 anni il prossimo 12 marzo.


IN EDICOLA. Sul Giornale di Sicilia in edicola interviene Luigi Pagliaro, professore di Medicina interna dell'Università di Palermo. Secondo il docente il farmaco somministrato non è letale e la morte del piccolo è stata un caso.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati