Sicilia, Cronaca

Imu alla Chiesa, i Salesiani: "Scuole e asili a rischio"

Il segretario nazionale Salesiani scuola, don Alberto Zanini: "Già adesso stiamo vendendo le case di don Bosco per pagare la messa in sicurezza degli edifici, se il governo ci tartassa pure con questa imposta iniqua saranno guai"

ROMA. "L'Imu ci obbliga alla chiusura". "Già adesso stiamo vendendo le case di don Bosco per pagare la messa in sicurezza degli edifici, se il governo ci tartassa pure con questa imposta iniqua dovremo chiudere le nostre scuole, licenziare gli insegnanti". E' quanto afferma  il segretario nazionale Salesiani scuola, don Alberto Zanini. "Le scuole cattoliche - spiega don Zanini - fanno risparmiare allo Stato 5 miliardi di euro all'anno. Se devono pagare l'Imu sarebbero in gran parte costrette a chiudere. Quindi per il governo non sarebbe un un nuovo provento ma la fine di un risparmio". Il responsabile Scuola dei Salesiani lamenta poi che nei confronti delle scuole cattoliche vi è una "doppia discriminazione" in quanto "già vittime di una discriminazione: mentre l'Europa riconosce il servizio pubblico delle scuole cattoliche paritarie e paga docenti e strutture, anche negli ex Paesi comunisti, l'Italia discute se tassare preti e suore che tengono aperte le scuole. Così le famiglie sono costrette a pagare una retta per esercitare il diritto di scelta". "Arriviamo al paradosso - aggiunge - che le scuole cattoliche non costano nulla allo Stato e devono pagare le strutture statali. Ma quale parità allora tra scuole statali e cattoliche paritarie? Qualcuno conosce il principio di sussidiarietà?". Le strutture scolastiche cattoliche non godono quindi di privilegi con l'esenzione, sottolinea don Zanini. "Non confondiamo la Chiesa con le scuole cattoliche - afferma -, che sono in gran parte legate a congregazioni religiose" e non traggono "nessun beneficio dall'8 per mille che va ai vescovi". "Noi - rivendica infine - lavoriamo nel sociale e raggiungiamo categorie disagiate gratuitamente".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati