Dr, Di Risio: "Allarmismo ad hoc per Termini Imerese"

L'amministratore della società che ha rilevato la fabbrica Fiat: "Qualcuno ha interesse a bloccare il tutto. Ritardi? Colpa di alcuni intoppi bancari"

TERMINI IMERESE. Per Massimo Di Risio, ad di Dr Motor, intervenuto sabato mattina nella trasmissione radiofonica del Giornale di Sicilia "Ditelo a Rgs", la società che ha rilevato la fabbrica Fiat di Termini Imerese, «c'è una forma di allarmismo generata ad hoc da qualcuno che ha interesse a bloccare l'operazione» ma «assicuro che la newco che opererà sarà fortemente capitalizzata con 20 milioni di euro liquidi, 80 mln di patrimonio e oltre 100 mln di finanziamenti bancari». Di Risio ha fatto il punto con la commissione Attività produttive dell'Assemblea regionale siciliana che ha convocato un'audizione alla quale partecipano anche delegazioni sindacali e alcuni sindaci del comprensorio. Di Risio ha voluto dare queste rassicurazioni facendo riferimento alle notizie riguardo le presunte difficoltà finanziaria di Dr, che avrebbero comportato ritardi nei pagamenti dei salari ai dipendenti della fabbrica in Molise.  «Se abbiamo qualche ritardo rispetto alla tabella di marcia è dovuto ai tempi del sistema bancario sulla delibera di finanza sebbene ci siano le garanzie della Regione siciliana. Abbiamo 60 giorni di tempo per arrivare a una soluzione rimanendo nei tempi stabiliti».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati