Militari morti in Afghanistan, oggi l'ultimo saluto

Aperte questa mattina a Messina e Termini Imerese le camere ardenti per Francesco Currò e Francesco Paolo Messineo, i due soldati siciliani scomparsi in Afghanistan. Previsto alle 15 il funerale di Messineo, alle 16 quello di Currò

PALERMO. Nei saloni dei palazzi municipali di Messina e di Termini Imerese (Palermo) sono state aperte questa mattina le camere ardenti per Francesco Currò e Francesco Paolo Messineo, i due militari siciliani morti in un incidente in Afghanistan. I funerali si svolgeranno oggi pomeriggio: alle 15 quelli di Messineo, alle 16 quelli di Currò. A Termini Imerese la cerimonia sarà presieduta dal cardinale Paolo Romeo, arcivescovo di Palermo. La bara con il corpo di Currò si trova nel salone delle bandiere del Comune di Messina.
Da Cuma, il villaggio della zona sud di Messina dove il giovane era nato 32 anni fa, sono venuti in visita molti giovani amici. La camera ardente per Messineo è stata aperta alle 10 nella sala La Barbera del Comune di Termini Imerese alla presenza del sindaco Salvatore Burrafato che ieri è andato ad accogliere la bara all'aeroporto di Punta Raisi con il prefetto di Palermo, Umberto Postiglione, e l'assessore Mario Centorrino in rappresentanza del governo regionale. La famiglia ha voluto che, prima del trasferimento in Municipio, la salma fosse vegliata durante la notte a casa in via Giustino Ferrara.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati