Uccise la figlia di un mese, condannata a 12 anni

La sentenza nei confronti di Claudia Barbera, 26 anni, di Catania per aver soffocato la piccola che piangeva il 28 luglio 2009 nel quartiere di Librino. Per tre anni dovrà essere ricoverata in una casa di cura

CATANIA. I giudici della Corte d'assise di Catania hanno condannato a 12 anni di reclusione per omicidio aggravato Claudia Barbera, di 26 anni, giudicandola colpevole dell'uccisione della figlioletta di un mese, avvenuta il 28 luglio del 2009 nella sua casa nel quartiere di Librino. La donna avrebbe soffocato la bambina perché non voleva sentirla piangere. Claudia Barbera, come pena accessoria, dovrà anche essere ricoverata per un periodo non inferiore ai tre anni in una casa di cura e di custodia. Per la donna, attualmente sottoposta ad una misura di sicurezza in una casa di cura, il pm Miriam Cantone aveva chiesto una condanna a 14 anni di reclusione.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati