Fisco, controlli in locali e negozi: boom di irregolarità nel Palermitano

Nel mirino della guardia di finanza 250 esercizi commerciali. Non rilascia lo scontrino il 94% dei venditori ambulanti e il 45% dei ristoratori sottoposti a verifiche. Scoperti anche 51 lavoratori in nero

PALERMO. Una serie di controlli a tappeto della Guardia di Finanza in 250 tra locali e negozi della provincia di Palermo, ha consentito di scoprire una serie di irregolarità nella grande maggioranza degli esercizi commerciali.
In particolare, come ha reso noto il comandante provinciale della Guardia di Finanza generale Stefano Screpanti, è stata accertata la mancata emissione dello scontrino fiscale nel 94% di venditori ambulanti e nel 45% dei ristoranti sottoposti a verifiche, oltre alla scoperta di 51 persone che lavoravano 'in nero'. I militari delle Fiamme Gialle hanno contestato ai titolari multe per un valore complessivo di 800 mila euro.


I DETTAGLI DEL BLITZ. L'operazione della Gdf ha impiegato cento pattuglie. Controllate 254 attività commerciali e contestate sanzioni per circa 800 mila euro. Una parte consistente dei controlli ha riguardato il commercio ambulante abusivo, prevalentemente concentrato nei mercati rionali. Su 58 ambulanti controllati, in 55 casi sono state riscontrate irregolarità.
Sequestrati, inoltre, oltre 2.100 fra capi di abbigliamento, orologi, calzature, cover per cellulari, a carico di 8 venditori ambulanti abusivi, tutti denunciati. In 34 ristoranti, dei 77 controllati, sono state ravvisate irregolarità: in 31 per mancata emissione di ricevute. Su 63 negozi di vendita al dettaglio di generi alimentari, le irregolarità scoperte sono state 29.
Nei ristoranti controllati sono stati scoperti 51 lavoratori completamente in nero (44 italiani e 7 stranieri, fra cui uno senza permesso di soggiorno); altri 11 addetti in nero e 10 lavoratori irregolari (tutti italiani) sono stati scoperti nei negozi di generi alimentari. Tutti gli interventi sono stati effettuati in maniera mirata, verso obiettivi selezionati in base ad una preliminare analisi di rischio sviluppata dalla Fiamme Gialle, principalmente attraverso le banche dati a disposizione.
Queste operazioni straordinarie - che verranno eseguite anche nelle prossime settimane in diverse aree del capoluogo e in provincia e saranno estese anche ad altri settori economici. Nel solo mese di gennaio la Gdf ha rilevato a Palermo e provincia 276 violazioni su oltre 600 controlli riguardanti l'emissione di scontrini, pari al 40,64% (percentuale che sale al 74% nel capoluogo siciliano).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati