Afghanistan, tre militari italiani morti in un incidente stradale: 2 sono siciliani

Tra le vittime Francesco Currò, di Messina, e Francesco Paolo Messineo, di Termini Imerese, Il mezzo nel quale viaggiavano si è ribaltato mentre attraversava un corso d'acqua. I soldati sono rimasti intrappolati all’interno

ROMA. Tre militari italiani in Afghanistan sono morti in seguito ad un incidente stradale avvenuto nei pressi della località Shindand e uno è rimasto ferito. Lo si apprende da fonti della difesa. Due di loro sono siciliani. Si tratta del caporal maggiore capo Francesco Currò, nato il 27 febbraio 1979 a Messina, il primo caporal maggiore Francesco Paolo Messineo, nato il 23 maggio 1983 di Termini Imerese, e il primo caporal maggiore Luca Valente, nato l'8 gennaio 1984 a Gagliano del Capo (Lecce). Francesco Currò abitava con la madre nel villaggio Cumia nella città dello Stretto. Il militare ha un fratello gemello che abita a Bergamo. Lo rende noto la Difesa, aggiungendo che il militare ferito ha avvisato personalmente i propri familiari

I fatti, riferiscono al comando del contingente italiano, si sono verificati questa mattina a circa 20 Km a sud-ovest di Shindand, dove un Lince è rimasto coinvolto in un incidente.   
Il mezzo appartenente alla Task Force Center con base a Shindand, era impegnato in un'attività "tesa a recuperare una unità bloccata dalle condizioni meteo particolarmente avverse, quando, nell'attraversare un corso d'acqua, si è ribaltato intrappolando, al suo interno, tre dei militari dell'equipaggio che sono successivamente deceduti".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati