Severino: combattere la mafia è una priorità assoluta

Il ministro della Giustizia a Palermo: "Non bisogna abbassare la guardia, solo con un impegno costante e un intervento coordinato di tutti gli attori sarà possibile proseguire sulla strada intrapresa"

PALERMO. "La lotta alla mafia è una priorità assoluta di questo governo. Non bisogna abbassare la guardia, solo con un impegno costante e un intervento coordinato di tutti gli attori sarà possibile proseguire sulla strada intrapresa. Perché il fenomeno della criminalità organizzata assume forme sempre meno visibili e sempre più diverse. I flussi dell'economia dimostrano come vi siano sempre delle impermeabilità più oscure e più celate". Lo ha detto il ministro della Giustizia, Paola Severino, intervenendo al convegno "'Il giudice, il processo, realta' giudiziaria e nuovo codice antimafia", organizzato dal centro studi Cesare Terranova a Palermo.
E ha aggiunto: "L'incrocio fra tutela delle parti sane dell'economia e la magistratura coinvolge anche altri contesti. Questo incrocio è segnato dalla liberazione dell'economia dal fenomeno mafioso. Bisogna agire in questo modo anche nei confronti delle imprese. Un'impresa che costruisce su valori morali va promossa e premiata". "Il 'rating' di Confindustria - ha continuato - va promosso. Parliamo da tempo di mafie e non di mafia. Lo Stato nella lotta alla mafia è andato molto avanti grazie anche al sacrificio dei magistrati, alcuni dei quali hanno pagato con la vita il proprio impegno".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati