Pulvirenti: ecco il progetto per il nuovo stadio

CATANIA. Il nuovo stadio del Catania potrebbe diventare realtà. L'idea di lasciare il Massimino prende corpo nelle parole del presidente rossazzurro Nino Pulvirenti, che ha tenuto una conferenza stampa fuori programma a Torre del Grifo. "Abbiamo sempre privilegiato la politica del fare e non quella del dire, così ieri ho presentato al sindaco Stancanelli il progetto per il nuovo stadio - ha detto Pulvirenti - e nei prossimi giorni avrò un incontro analogo con il presidente della Provincia. Per noi si tratta di un investimento da 80-100 milioni". "La nostra idea per la realizzazione del nuovo impianto, che dovrebbe sorgere a Librino - ha precisato -  prevede un project financing con il coinvolgimento delle strutture pubbliche: la stessa area ospiterebbe infatti anche il nuovo centro direzionale del Comune".    
"Sul piano progettuale - ha proseguito il presidente del club etneo - c'è piena compatibilità. I tecnici del Comune dovranno adesso lavorare sull'ipotesi di compatibilità finanziaria. Abbiamo registrato grande entusiasmo e disponibilità da parte del sindaco: se tutto dovesse andare bene, trascorsi 6 mesi per il necessario iter burocratico, presto potremmo compiere passi concreti. Nei piani della politica locale c'era già la realizzazione di un centro direzionale e questa soluzione consentirebbe anche alle casse pubbliche di risparmiare sugli affitti".     
"Se il progetto dovesse andare in porto - ha aggiunto Pulvirenti - sarebbero soddisfatte tre importanti categorie di esigenze: quelle del Catania, quelle del Comune e quelle del quartiere, per il quale peraltro è prevista la predisposizione di una rete viaria importante con la metropolitana, essenziale per servire uno stadio moderno e funzionale. Non sarà quindi una cattedrale nel deserto, ma una struttura viva 7 giorni su 7, e se la Provincia dovesse raccogliere l'invito ci sarebbe lo spazio anche per le nuove scuole da costruire secondo note necessità programmatiche".    
"Lo stadio - ha concluso il numero uno del club catanese - secondo lo schema dell'ingegnere Stancanelli, che ha già progettato Torre del Grifo Village, sorgerebbe in località San Teodoro ed avrebbe una capienza di 30-35 mila posti, tutti al coperto. La caratteristica della nostra idea è proprio quella di abbinare le esigenze sportive e quelle della collettività: non pensiamo ad esercizi commerciali nè ad edilizia residenziale. L'attuale legge regionale serve soltanto a superare problemi burocratici: chiederemo un incontro all'assessore all'economia Gaetano Armao per approfondire l'argomento".  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati