"Palermo, in 2 negozi su 3 niente scontrino"

E' il bilancio 2011 della guardia di finanza: i controlli in tutta la provincia su scontrini e ricevute hanno permesso di scoprire violazioni in 1.920 casi su 7.913. Chi "fatica" di più ad emettere regolare ricevuta sono ristoranti e pizzerie: multe all'83,6%

PALERMO. Palermo in due casi su tre negozi, bar e ristoranti non danno scontrini o ricevute fiscali. E' questo il bilancio 2011 della Guardia di finanza di Palermo, che questa mattina ha presentato i dati durante una conferenza stampa.
I controlli in tutta la provincia su scontrini e ricevute hanno permesso di scoprire violazioni in 1.920 casi su 7.913, con una percentuale di irregolarità del 24,95%, dato che sale molto se si guarda alla sola Palermo con 679 mancate emissioni su 1.127 controlli pari a oltre il 60%. A Palermo quelli che "faticano" di più a emettere regolare ricevuta sono ristoranti e pizzerie: nell'83,6% dei casi accertati dalle fiamme gialle non rilasciano lo scontrino. Seguono parrucchieri, barbieri, estetisti con il 71,4% delle irregolarità. Preoccupante la situazione per market e botteghe, supermercati compresi, dove solo nel 30% dei casi viene rilasciato lo scontrino.
Più basse le percentuali di bar e pub con il 45,1% di irregolarità e il commercio al dettaglio (57%).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati