Palermo, sosta selvaggia: slitta l'arrivo delle telecamere

Il servizio sarebbe dovuto scattare a fine mese, ma a causa del ritardo nella consegna dei quattro occhi elettronici tutto è rimandato a metà marzo

PALERMO. Slitterà di un quindicina di giorni il controllo con le telecamere contro la sosta selvaggia. Il servizio sarebbe dovuto scattare a fine mese, ma a causa del ritardo nella consegna dei quattro occhi elettronici tutto è rimandato a metà marzo. A darne notizia è Luigi Galatioto, dirigente del servizio Affari generali del comando di via Dogali. «Prima a causa dello sciopero, poi del maltempo le consegne stanno ritardando - dice Galatioto -. Non appena le telecamere arriveranno serviranno alcuni giorni per la formazione del personale e quindi potremo avviare il servizio. Ritengo che sarà necessario istituire un nucleo ad hoc che si occuperà di questo tipo di controlli. Della questione ne parlerò nei prossimi giorni con il comandante».



Ad aggiudicarsi la gara è stata la Telecom. Il contratto è stato siglato a dicembre. «Le telecamere - dice il dirigente della polizia municipale - non solo serviranno a rilevare le multe delle macchine posteggiate irregolarmente, ma dal numero di targa saremo in grado di individuare immediatamente se si tratta di un veicolo rubato».



Quello della lotta alla sosta selvaggia è uno degli obiettivi prioritari dello stesso comandante Serafino Di Peri perchè spesso le auto posteggiate in doppia fila riducono le strade a veri e propri budelli creando notevoli intralci alla circolazione. L'anno scorso per le auto posteggiate irregolarmente sono state elevate oltre 163.530 contravvenzioni, per ognuna delle quali è prevista una sanzione di circa 40 euro. Con l'utilizzo delle telecamere la lotta alla sosta selvaggia sarà ulteriormente incrementata e per le auto in doppia fila e posteggiate sui marciapiedi non ci sarà più scampo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati