Carnevale di Termini Imerese: si inizia domenica

Prende il via l’edizione 2012 del Carnevale più antico di Sicilia con una storia che si ripete dal 1876. Alle ore 11.00, presso la Chiesa SS. Maria della Misericordia, si terrà la cerimonia di apertura della rassegna in programma fino a martedì grasso, 21 febbraio

PALERMO. Prende il via domenica 12 febbraio l’edizione 2012 del Carnevale Termitano, il più antico di Sicilia con una storia che si ripete dal 1876. Alle ore 11.00, presso la Chiesa SS. Maria della Misericordia, si terrà la cerimonia di apertura della rassegna in programma fino a martedì grasso, 21 febbraio. A sancire l’inizio dei festeggiamenti sarà, come da tradizione, la consegna delle chiavi della città al Nannu ca' Nanna da parte del sindaco, Salvatore Burrafato. Durante i nove giorni di festa, le strade della città faranno da palcoscenico a spettacoli, concerti musicali, degustazioni di prodotti gastronomici locali, oltre che alle tradizionali sfilate dei carri allegorici e dei gruppi mascherati.

 

L’edizione 2012 della rassegna carnascialesca, però, ha in serbo per i suoi appassionati e visitatori grandi novità. Tra queste, l’inno del Carnevale Termitano a cura di Mario Incudine, che sarà presentato proprio dall’artista domenica mattina, e l’inaugurazione della mostra “Il Carnevale Termitano. Ieri, oggi e... Domani”, a cura della Pro Loco.

 

“Il carnevale è un appuntamento imprescindibile per il nostro territorio – dichiara Salvatore Burrafato, sindaco di Termini Imerese –. Senza perdere di vista il difficile momento che stiamo attraversando, abbiamo voluto offrire un’occasione per mostrare la nostra città con una visione diversa da quella che i media negli ultimi tempi hanno descritto. Questo Carnevale quindi – conclude –, oltre ad essere momento di svago e di divertimento, dovrà essere un momento di condivisione, ma soprattutto l'occasione per rilanciare il nostro paese e i suoi tesori, cercando di lasciarci alle spalle uno dei momenti più critici che abbiamo vissuto”. “E’ la prima concreta risposta alla crisi economica che la nostra città sta vivendo – aggiunge Angela Campagna, assessore al Turismo del comune di Termini Imerese – e una scelta fatta nel massimo rispetto delle difficoltà lavorative delle nostre famiglie. Un Carnevale vissuto, in questa sua fase di preparazione, con grande spirito di squadra; una squadra fatta di gente appassionata ,che lo ama e che lo difende e protegge con ogni sforzo”.

 

Oltre alle sfilate c’è di più

I tradizionali carri allegorici in cartapesta sabato 18 e domenica 19 febbraio si muoveranno per le vie di Termini bassa, mentre il martedì grasso, 21 febbraio, invaderanno le strade della città alta. Ad occuparsi dell’organizzazione delle sfilate è la “rinata” Società del Carnovale. Accanto ai carri, però, ci saranno i gruppi mascherati, quest’anno scelti dalla Pro Loco di Termini Imerese.

 

La campagna di comunicazione



Strizza l’occhio alla tanto discussa profezia Maya e preannuncia un Carnevale ricco di sorprese. “Sarà la fine del mondo” è il claim della campagna pubblicitaria ufficiale dell’edizione 2012 del Carnevale di Termini Imerese, organizzata dal Comune in collaborazione, per il terzo anno consecutivo, con l’agenzia Feedback di Palermo. Due le ragioni alla base delle scelta di questo slogan. Da un lato, perché l'edizione 2012 della kermesse sarà ricca di importanti ospiti del panorama artistico-musicale nazionale e locale, proprio con lo scopo di fare divertire la gente tra comicità e note; dall'altro, perché è un esplicito e divertente richiamo alla profezia Maya, che presagisce la fine del mondo per il dicembre di quest’anno.

 
I carri


Si intitola “Vivemuci ri supra” e vuole sdrammatizzare sull’attuale crisi economica il carro realizzato dal gruppo di Marco Lo Presti: ha come protagonista il presidente del Consiglio, Mario Monti, a cavallo di una botte di vino. Dalle questioni nazionali ci si sposta a quelle locali con il carro di Giuseppe Abbruscato, intitolato “Sicilia bedda”. L’Isola viene paragonata ad un carretto siciliano sovrastato da un polpo che simboleggia la mafia. Sul carro trovano posto anche due paladini che soltanto apparentemente combattono i lunghi tentacoli dell’animale: le divise nascondono, infatti, dei pagliacci dall’espressione diabolica.  E’ ad opera del gruppo di Giuseppe Piscitello il carro “Legati per amore”, il cui scopo è di porre l’attenzione sull’operato svolto dalla Lega del Filo d’Oro nel territorio di Termini Imerese. Nell’edizione 2012 del Carnevale trovano spazio, però, pure i carri allegorici dedicati ai più piccoli: Mario Giuca firma quello dal titolo “Pazzi per il videogame”, mentre si chiama “La magia delle Winx” quello di Massimo Vizzini. Infine, sfilerà anche il carro di Antonino Sansone, “La magia del Re del carnevale”: qui, il protagonista è il mago, i cui lineamenti ricordano quelli del Nanno, che con la sua bacchetta magica porta, come d’incanto, il Carnevale a Termini Imerese. Accanto ai carri in gara ci sarà quello fuori concorso dedicato ai Nanni e intitolato “U nannu ca’ nanna in capu a carrozza imperiali”, ad opera di Michele Scalisi.



L’expo village


Un itinerario espositivo dedicato al mondo dell'agroalimentare, dell'artigianato e delle aziende del territorio. E per i più golosi, anche uno spazio in cui assaggiare e gustare i prodotti più buoni della tradizione locale. È l’Expo and Food Village del Carnevale Termitano che, quest’anno, riserverà ai suoi visitatori due novità: ospiterà la seconda edizione della sagra Maccarruna ‘ntà Maidda, organizzata dell’associazione Termini d’Amuri; e uno stand dedicato ai celiacie coordinato dai volontari della sezione di Campofelice di Roccella della onlus Aic Sicilia.


Coriandoli e musica

Tra una sfilata dei tradizionali carri in cartapesta e l’altra, saranno parecchi gli artisti di richiamo nazionale e locale che saliranno sul palco en plein air di Termini Imerese, per intrattenere il pubblico con sketch e concerti assolutamente gratuiti.


Si comincia sabato 18 febbraio con la comicità di Martufello, conosciuto soprattutto per la sua militanza tra le fila del Bagaglino, mentre a dettare i tempi di scena sarà il presentatore di Antenna Sicilia, Salvo La Rosa. Penseranno alla musica, invece, Paolo Meneguzzi e l’ex allieva di “Amici”, Loredana Errore. Domenica 19 l’appuntamento è con DJ Angelo, Mauro Miclini e Roberto Ferrari speaker di Radio Deejay, la showgirl Melita Toniolo che sarà madrina della serata, il comico di Zelig, Rocco Gigolò, e le note dei Los Locos. Ancora musica lunedì 20, quando a salire sul palco sarà Cecilia Gayle. La penultima giornata del Carnevale Termitano, però, avrà tra i suoi protagonisti anche il comico Enrico “Litterio” Guarneri e Salvo La Rosa. Si chiude in bellezza martedì 21 con gli attesissimi protagonisti de Lo Zoo di 105 (Marco Mazzoli, Gibba, Alan, Pippo ed Herbert Ballerina), il vincitore dell’ultima edizione di Italia’s got talent, Fabrizio Vendramin, e i celebri tormentoni musicali de I Righeira.

Per info: www.ilcarnevaletermitano.it

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati