Sicilia, Qui Palermo

Le pagelle. Donati sempre più padrone del campo

PALERMO
Viviano, 6. Con il risultato in bilico sul 2-1, fa trattenere il respiro ai tifosi del Barbera con un paio di palloni non irresistibili, un tiro da fuori e un traversone in area, che non riesce a bloccare.
Pisano, 6. Torna in campo dal primo minuto dopo lo spezzone di gara di San Siro. Intelligente a gestire le forze dopo due mesi di inattività. Reattivo in un paio di chiusure in area.
Silvestre, 6. In questo momento dimostra migliore vena dalle parti della porta avversaria che in difesa. Il guardalinee e il palo gli negano la gioia del terzo gol. Ma la giocata che di Gabbiadini che lo mette fuori causa sul gol dell’Atalanta dimostra che il vero Silvestre non è questo.
Mantovani, 6. Ha acquisito fiducia l’ex difensore del Chievo. E anche grinta. Se c’è da picchiare non si tira indietro e si becca anche un giallo.
Balzaretti, 6. Non fa sfracelli sulla corsia di sinistra. Si appoggia spesso a Miccoli. Sempre al servizio della squadra.
Barreto, 6+. In ripresa. Buona la gara del centrocampista paraguaiano. Spreca pochi palloni ed più preciso nella gestione della sfera. Dai suoi piedi nasce l’azione del raddoppio di Budan.
Donati, 7. Il fango cancella il suo numero di maglia alla fine della partita. Ma non la sua bella prestazione. Sempre più padrone del centrocampo, non butta mai la palla e non cerca quasi mai la giocata più semplice, puntando sempre a far viaggiare la palla in verticale.
Bertolo, 6,5 (71’ Acquah, 6.). Una delle partite più ordinate del centrocampista argentino. Trova oggi la sua dimensione ideale spostato sul centrosinistra del centrocampo a tre schierato da Mutti. Bravo a tirare col mancino davanti a Frezzolini, la traversa gli dice no.
Zahavi, 6. (67’ Ilicic, 5,5) Ordinaria amministrazione, deve recuperare condizione.
Budan,7. (76’ Vazquez, 6.) Una cosa è certa. Sulla rinascita del capitano, bisogna dare una piccola parte di merito alla punta croata. Al suo fianco Miccoli sembra aver trovato l’alchimia giusta. Budan si sbatte tiene palla e crea spazi al folletto rosanero. Il gol nel secondo tempo dimostra quanta voglia abbia il croato in questo frangente. Esce dal campo dopo uno scontro testa a testa con Stendardo.
Miccoli, 7. È il suo momento. Specie nel primo tempo a ogni pallone toccato dal capitano scattava l’allarme rosso dalle parti della porta dell’Atalanta. Si conquista e realizza il rigore. Un po’ in riserva sul finale per le fatiche di San Siro. Ma Mutti al momento non può fare a meno di lui neanche per un istante e termina la partita in campo.
Mutti, 6,5. La sua linea ormai è stata tracciata. Sempre lo stesso modulo pochissimi cambi di interpreti tra una partita e l’altra. La parola continuità nelle sue scelte sta dando i suoi frutti.

ATALANTA
Consigli,5. (28, Frezzolini, 6.) Raimondi, 5,5. Lucchini, 5. Stendardo, 5,5. Peluso, 5. Schelotto, 5,5 (46’ Brighi,5,5.) Carmona, 4,5. Cigarini, 5,5. Moralez,6,5. Tiribocchi, 5,5. Gabbiadini, 6. (76’ Marilungo, 6.) Colantuono, 5,5.
Arbitro Brighi, 6.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati