Sicilia, Politica

Comunali a Palermo, Pionati lancia Mauro

Il leader di Alleanza di centro ha presentato il candidato a sindaco del suo partito: servono facce nuove, basta con i soliti noti, i teatrini della politica, le coalizioni che si ricattano al loro interno

PALERMO. "Vogliamo facce nuove nella politica, un rinnovamento serio, persone credibili, che possano dare speranza a chi non crede più in una politica fatta di papocchi, inciuci che non servono a nessuno, o di cattiva amministrazione". Lo ha detto Francesco Pionati, leader di Alleanza di centro, presentando a Palermo il candidato a sindaco del suo partito, Giuseppe Mauro.
"Noi facciamo sul serio - ha aggiunto -. Palermo è una città fondamentale per l'Italia e qui, più che altrove, c'è bisogno di aria nuova. Occorre voltare pagina, serve un ricambio della classe dirigente: basta con i soliti noti, i teatrini della politica, le coalizioni che si ricattano al loro interno. Lanciamo, convinti di ottenere un ottimo risultato, un giovane candidato sindaco che conosce la realtà di Palermo".
"Mauro è una persona che viene dal popolo e sa come amministrare - ha concluso -. Per questo crediamo di fare una spinta forte al rinnovamento di questa città. Leggo di situazioni paludate, di scontri sia nel centrodestra che nel centrosinistra, di Primarie annunciate e poi rinviate, noi andiamo invece in contropiede e lanciamo il candidato Mauro, nel quale credo profondamente".
"Rappresentiamo la società civile, siamo sganciati dalle logiche antiche, stiamo parlando ai cittadini con un linguaggio semplice. Conosciamo bene Palermo, perché siamo sul territorio da vent'anni, non a caso ci stanno arrivando consensi da parte di tutta la società palermitana". Lo ha detto Giuseppe Mauro, candidato a sindaco, che stamattina a Palermo ha presentato il proprio programma, in vista delle Comunali di primavera.
"Stiamo lavorando in un certo modo, perché conosciamo i reali problemi - ha aggiunto - non porteremo avanti programmi faraonici, ma punteremo sulle cose più semplici: a partire dal problema dei rifiuti, della viabilità. Palermo è una città che vive nell'emergenza, bisogna dunque partire da questo, ma non c'é nulla da fare in maniera straordinaria". "Occorre sedersi e discutere - ha concluso - per capire quali sono i problemi e come affrontarli".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati