Musei, Miccichè a Lombardo: "Non chiuda il Riso di Palermo"

Appello del leader di Grande Sud al presidente della Regione: "Io non mi rassegno, ascolti le proteste, gli appelli e le indignazioni"

PALERMO. "Il Museo d'arte contemporanea Riso sta morendo. Ma io non mi rassegno. Non posso rassegnarmi  e chiedo, prego il governatore Lombardo di non permettere che un suo dirigente che ovviamente non ama l'arte contemporanea, possa far risvegliare un intero popolo da quel sogno". Lo afferma il parlamentare nazionale e leader di Grande Sud, Gianfranco Miccichè. "Glielo chiedo da suo oppositore, pronto a riconoscerle - aggiunge -, l'indomani stesso, la vittoria politica. Un atto da grande governatore. Ma, soprattutto, glielo chiedo da siciliano, perché in queste mie parole ci sono i sentimenti, la rabbia, le speranze, c'é l'appello accorato di un mare di gente, il suo popolo, che Lei deve amare, se vuol rappresentarlo, guidarlo, governarlo". "Lo ami il suo popolo, dimostri di amarlo veramente. - aggiunge - Per una volta ascolti le proteste, gli appelli, le indignazioni, le richieste d'aiuto, le grida che da più parti si sono levate in difesa del Museo Riso".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati