Confesercenti, Felice: hanno voluto farmi tacere

PALERMO. "Confesercenti Palermo è stata commissariata perché era l'unico modo per mettermi a tacere". Lo ha detto Giovanni Felice, ex presidente regionale e provinciale di Confesercenti Palermo, durante una conferenza stampa, convocata nel capoluogo siciliano per riepilogare le fasi che lo hanno portato a rimettere il proprio mandato da presidente regionale dell'associazione e spiegare i motivi, che avrebbero indotto alcuni dirigenti regionale a disporre il commissariamento della sede di Palermo. "La mia colpa? - ha aggiunto - E' stata avere denunciato l'allegra gestione amministrativa della Confesercenti regionale, e la doppia contabilità di quella di Catania, i rapporti con più di un esponente della mafia catanese. E' evidente che ho scoperchiato qualcosa che non andava toccato".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati