Titolari indagati, sospese le licenze

PALERMO. La questura di Palermo ha deciso di sospendere o revocare le licenze a diversi locali e negozi palermitani, riconducibili ai titolari di attività coinvolti nell'operazione antimafia "Araba Fenice".
I provvedimenti di sospensione sono stati notificati a T.F., palermitano di 55 anni, titolare del ristorante "Franco Testaverde" in via Castelforte; F.V., palermitano di 38 anni, titolare del ristorante "Alla corte dei Normanni" in via Catullo; D.G.M., palermitano di 24 anni, titolare del ristorante "Villa Pensabene" in via Patti.
Revocate le licenze a L. I., palermitano di 32 anni, per la distribuzione di apparecchi elettrici da gioco; R.F., palermitano di 45 anni, che gestiva una sala giochi in via Tommaso Natale. Durante i controlli sono stati denunciate nove persone per aver svolto abusivamente la loro attività o per altri illeciti amministrativi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati