Venti soccorsi nel week-end a Piano Battaglia

PALERMO. Neve ghiacciata e incoscienza: ingredienti che nel fine settimana hanno causato venti incidenti a Piano Battaglia per i quali è stato necessario l'intervento degli uomini del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico. Due volte i tecnici del Cnsas sono dovuti intervenire con ramponi e piccozza, calandosi con le corde nei ripidi pendii che costeggiano la strada che conduce a Petralia, per soccorrere e portare in salvo due coppie che si erano avventurate in zone pericolose. Nel primo caso avevano provato a scivolare in un ripido canalone con le «padelle» (piccoli slittini in plastica) ed avevano perso il controllo finendo uno contro il filo spinato e contro un albero che ne aveva frenato la caduta. Stessa sorte per un'altra coppia, questa volta a piedi ma con calzature inadeguate. Altri incidenti sono stati causati da scontri o scivolate. Una donna palermitana di 37 anni, R.D.L., è stata travolta da uno slittino riportando trauma toracico e sospette fratture alle costole. Stessa sorte è toccata a F.C., 29 anni, palermitano, che ha riportato la frattura della testa del femore sinistro. L'operazione «Neve sicura», d'intesa con la Protezione civile della Provincia regionale di Palermo, è in corso già dal 6 gennaio tutti i fine settimana garantendo il servizio di prevenzione e soccorso.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati