Uccisa a Lipari, altra ordinanza di custodia per Cannistrà

LIPARI. Una nuova ordinanza di custodia cautelare, richiesta e ottenuta dai sostituti della Procura di Barcellona Pozzo di Gotto, Mirko Piloni e Francesco Mazzara, è stata notificata nel carcere di Gazzi (Me) a Roberto Cannistrà, 36 anni, il netturbino di Lipari arrestato per l'omicidio di Eufemia Biviano. La donna, una pensionata di 62 anni, venne rinvenuta con la gola tagliata a Quattropani di Lipari la sera della vigilia di Natale. A Cannistrà, come pubblica oggi la Gazzetta del Sud, dopo l'omicidio volontario aggravato, viene anche contestata la rapina degli oggetti d'oro - avvenuta con l'aggravante dell'uso del coltello - poi venduti a una gioielleria di Milazzo. Cannistrà, il 2 febbraio, intanto, dovrà comparire davanti al Tribunale del riesame di Messina, dopo il ricorso contro l'arresto per omicidio presentato dai suoi legali, Luca Frontino e Gaetano Orto. Pronto anche il ricorso in Cassazione.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati