Anno giudiziario a Catania Scuto: obiettivo è solo il risparmio

CATANIA. "Spiace dovere osservare che l'ottica prevalente del legislatore più che di razionalizzare e quindi rendere più efficiente il risalente reticolo giudiziario sia quella di pervenire a risparmi di spesa attraverso un'imprescindibile operazione di riduzione degli uffici".
Lo afferma il presidente della Corte d'appello di Catania, Alfio Scuto, all'inaugurazione dell'anno giudiziario alla presenza del ministro della Giustizia, Paola Severino. Il magistrato evidenzia "un'intima contraddizione nel sistema: quanto viene risparmiato con una politica di tagli eccessivi ai fondi per l'Amministrazione della Giustizia rischia di essere speso per gli enormi esborsi" come "indennizzi di riparazione del danno da irragionevole durata dei processi".
"L'organico della magistratura - osserva il presidente Scuto - è segnalato, pressoché dappertutto, come inadeguato. Ma, al di là dei profili delle singole piante organiche, preoccupa di più la scopertura complessiva del ruolo della magistratura, 'cronicizzatasi' ormai in percentuali a due cifre. Nel distretto di Catania, al dicembre dello scorso anno la scopertura era del 15,19%: e specificatamente 14,90% negli uffici giudicanti e 15,96% in quelli requirenti. Nessun rinforzo è previsto fino alla metà del 2013". Una citazione, sui costi, anche sul processo civile, che "costa un punto di Pil l'anno" per "l'alta litigiosità nel Paese".
Il presidente Scuto lancia l'idea di "limitare la pressoché indiscriminata ammissibilità dell'appello" con "l'introduzione di 'filtri' d'ammissibilità".

REATO P.A. E CORRUZIONE + 115%. Aumentano i reati contro la pubblica amministrazione e soprattutto quelli di corruzione, con un 115% in più rispetto all'anno precedente. "E' indice - afferma nella relazione il presidente Scuto - dell'allarmante consolidamento di un sistema nel quale il mercanteggiamento dei pubblici poteri e della pratica della tangente tende a divenire costante, con una centralità anche nel ruolo del privato corruttore che tende ad assicurarsi vantaggi illeciti approfittando dei meccanismi criminosi e divenendo anch'egli protagonista del sistema.

CIOCCOLATO GRATIS CONTRO CHIUSURA TRIBUNALE. Barrette di pregiato e antico cioccolato di Modica (Rg) distribuite ai partecipanti della cerimonia inaugurale dell'anno giudiziario del distretto di Catania, in cui è presente il ministro della Giustizia, Paola Severino. E' la singolare protesta della associazioni che si oppongono alla soppressione del Tribunale di Modica, prevista dal nuovo piano di riforma della giustizia. Il comitato, in un volantino, ricorda che il Tribunale di Modica fu istituito nel 1361 da Federico IV d'Aragona ed è uno dei più antichi e gloriosi d'Italia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati