Terzo Polo, Chinnici in pole a Palermo

Il nome è stato fatto al termine di un incontro fra Lombardo e Fini. Disponibile l’Udc

PALERMO. Alla fine ci sarebbe il nome. Caterina Chinnici è il candidato a sindaco del Terzo Polo per le comunali di Palermo. L’indicazione è arrivata al termine di un incontro avvenuto ieri mattina tra il presidente della Regione Raffaele Lombardo e il presidente della Camera Gianfranco Fini. La Chinnici è esponente del governo Lombardo (è l’assessore agli Enti locali) e stasera dovrebbe incontrare lo stesso Fini a Montecitorio per definire la discesa in campo. Fini tra l’altro si sarebbe impegnato in un lavoro di ricucitura che possa portare le forze politiche del Terzo Polo a tornare unite, proprio in vista delle comunali a Palermo. Il riferimento è all’Udc che recentemente ha abbandonato la coalizione che sostiene Lombardo. Ricucitura più facile se è vero che l’Udc vede di buon occhio l’ipotesi che la Chinnici si candidi a sindaco. Ma proprio il partito di Casini aveva anche sostenuto poco tempo fa la possibile candidatura a sindaco del rettore Roberto Lagalla.
Caterina Chinnici è figlia di Rocco Chinnici, il capo dell’ufficio istruzione che diede vita al pool antimafia e che è stato ucciso da un’autobomba nel luglio del 1983.
Se la decisione del Terzo Polo sarà questa resterebbero fuori gli altri due nomi che sono circolati in queste settimane per il voto amministrativo. E cioè quello di Francesco Musotto, capo gruppo di Mpa all’Ars (candidatosi al Comune nel 2001) e quello di Gaetano Armao, l’attuale assessore regionale all’Economia. F.C.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati