Rubgy, Velodromo inagibile: Palermo a porte chiuse

La comunicazione dell’ufficio sport del Comune di Palermo è arrivata stamattina: le tribune del velodromo Paolo Borsellino sono inagibili. Le partite interne dell’Italo Belga Palermo Rugby si disputeranno a porte chiuse

PALERMO. La comunicazione dell’ufficio sport del Comune di Palermo è arrivata stamattina: le tribune del velodromo Paolo Borsellino sono inagibili. Le partite interne dell’Italo Belga Palermo Rugby si disputeranno a porte chiuse. Una notizia che il presidente Fabio Rubino non prende molto bene: «Dopo tanti anni di sacrifici ed in un momento in cui cominciavamo ad attirare sempre più pubblico siamo costretti ad impedire l’accesso a chiunque voglia godere di un po’ di rugby in città». Il numero uno dei nero-arancio continua: «A pensar male si fa peccato, ma non vorrei che questa fosse una manovra studiata per cominciare ad allontanarci dal velodromo. Ad oggi non conosciamo il nostro futuro e non sappiamo dove andremo a giocare le nostre partite interne l’anno prossimo. Non so chi sarà il prossimo sindaco della città. Ma al di là di qualsiasi colore politico, spero che il nuovo primo cittadino possa impegnarsi per realizzare strutture adatte a questo sport, che comincia a raccogliere sempre più consensi soprattutto negli ambienti scolastici. Stiamo lottando per la serie A, mai vista prima in questa città, così come la serie B, che stiamo disputando. Ma credo che adesso sia venuto il momento di cominciare a riflettere su quanto valga la pena farlo». 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati