Falsi malati di cuore per l'invalidità: 22 indagati a Marsala

Scoperti e denunciati dalla guardia di finanza con l'accusa di falso e tentata truffa allo Stato. Coinvolti anche sei medici

MARSALA. Fingevano il 'mal di cuore' per ottenere la pensione con certificati medici compiacenti. Ma sono stati scoperti e denunciati dalla guardia di finanza. La procura di Marsala ha emesso 22 avvisi per falso e tentata truffa ai danni dello Stato. Sei i medici indagati e sedici i "finti" malati che avevano presentato istanza finalizzata ad ottenere il riconoscimento dell'invalidità civile, dichiarando di soffrire di cardiopatie certificate da false cartelle cardiologiche.
Le indagini avrebbero accertato che gli esami ambulatoriali - presentati alla commissione Medica di Marsala a sostegno della richiesta di corresponsione delle indennità economiche previste per l'invalidità civile - non erano mai stati eseguiti ed erano stati falsificati. Gli investigatori hanno evidenziato che in alcuni casi, i tracciati elettrocardiografici, pur non presentando esiti di infarto acuto del miocardio, erano stati allegati a certificazioni che invece dichiaravano questa patologia. Addirittura, la maggior parte dei certificati risultava riferibile ad altre persone effettivamente affette da tali malanni; in altri casi, venivano certificate patologie che risultavano diagnosticate solo da elettrocardiogramma, mentre avrebbero necessitato di ecocardiogramma.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati