Bruciano auto per noia, fermati tre minorenni a Gela

I giovani sorpresi nel parco di contrada Montelungo mentre davano alle fiamme una Fiat 500, risultata rubata poco prima a un artigiano

GELA. Minorenni terribili, a Gela, ladri e incendiari per noia. Nel pomeriggio di ieri, i carabinieri hanno fermato tre ragazzini di 14, 15 e 16 anni, sorpresi, nel parco di contrada Montelungo, a bruciare una Fiat 500, risultata rubata poco prima a un artigiano di Gela, che l'aveva parcheggiata sotto casa, all'ora di pranzo. Prima di appiccare le fiamme la baby gang si era divertita a scorazzare per i viottoli della collina, in una sorta di rally improvvisato. All'arrivo dei militari, i tre adolescenti hanno tentato la fuga ma sono stati raggiunti, fermati, identificati e affidati ai rispettivi genitori.
Nei loro confronti è scattata la segnalazione alla procura presso il tribunale dei minori per ricettazione (non potendo ancora dimostrare il furto) e danneggiamento tramite incendio. Dovranno rispettare l'obbligo di non allontanarsi da casa, perché a disposizione dell'autorità giudiziaria. Ai carabinieri hanno dichiarato di averlo fatto "perché si annoiavano". Le indagini proseguono per accertare se sono stati loro a rubare la Fiat 500 e se l'hanno guidata fino a Montelungo pur essendo privi di patente.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati