Mafia, Comune di Catania parte civile al processo Iblis

CATANIA. La giunta comunale di Catania, su proposta del sindaco Raffaele Stancanelli, ha deliberato la costituzione di parte civile del Comune nel processo, che sarà celebrato domani davanti alla Corte d'Assise, a 24 imputati dell'inchiesta Iblis su presunti rapporti tra mafia, politica e imprenditoria. Il Comune nel dibattimento sarà rappresentato dall'avvocato Agata Barbagallo, legale interno all'avvocatura comunale. Nella delibera approvata dalla giunta Stancanelli la costituzione di parte civile è motivata dall'interesse rilevato dal Comune di Catania "a costituirsi parte civile in ordine ai reati contestati relativi a fatti commessi nel territorio cittadino per ottenere nei confronti degli imputati il risarcimento dei danni, poiché nel compimento dei reati contestati è stato provocato allarme sociale, limitazione della libertà fisica e morale dei cittadini, impedito il libero esercizio delle attività economiche e danneggiato il buon nome della città di Catania, provocando così danno economico per oggettiva difficoltà conseguente al mancato introito".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati