Caccia ai senza incarico Regione indaga sui dipendenti

Disposto un monitoraggio sui 2.200 burocrati per capire quali compiti svolgano e soprattutto verificare se qualcuno di questi sia senza incarico

Palermo. La Regione non ha piena contezza di cosa facciano i propri dirigenti e delle loro competenze, così ha disposto un monitoraggio sui 2.200 burocrati per capire quali compiti svolgano e soprattutto verificare se qualcuno di questi sia senza incarico. 
L'indagine è stata avviata anche allo scopo di risolvere le carenze d'organico in alcuni uffici dell'amministrazione che per l'assenza di specifiche figure spesso non sono in grado di portare avanti il lavoro, specie nei dipartimenti che si occupano della gestione dei fondi comunitari e che in alcuni casi hanno fatto ricorso alle long list affidando incarichi di
consulenza a profesisonisti esterni.
Lo screening riguarda, oltre i dipartimenti, gli assessorati regionali, gli uffici speciali, gli enti regionali e persino gli uffici di diretta collaborazione del presidente della Regione e alle dipendenze del governatore Raffaele Lombardo. Tutte le informazioni relative ai dati personali, alle esperienze lavorative, all'istruzione, alla formazione, alla capacità e alle competenze personali confluiranno nel ruolo unico della dirigenza, di cui è responsbaile il servizio 1 del dipartimento della Funzione pubblica. Il dirigente Giovanni Carapezza ha dato cinque giorni per la trasmissione dei dati, tempo scaduto proprio oggi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati