Le imprese: economia siciliana al collasso

Le categorie produttive hanno lanciato l'allarme. Si stimano danni fra i 300 e i 500 milioni

Sicilia, Economia

PALERMO. Le categorie produttive hanno lanciato l'allarme: il danno economico dello sciopero degli autotrasportatori, che per sei giorni ha paralizzato la Sicilia, é stimato fra i 300 e i 500 milioni. Confindustria parla di 50 milioni solto nelle province di Siracusa, Catania e Palermo. Questi numeri, però, sono destinati a lievitare. Secondo Confindustria Palermo, in provincia sono almeno una sessantina le aziende costrette a chiedere l'avviamento delle procedure di cassa integrazione, con oltre 2 mila lavoratori coinvolti. A Catania più di 800 persone rischiano il posto e nel Siracusano si parla di 4 milioni di euro di perdite.
Anche Coldiretti ha denunciato il tracollo dell'economia siciliana, con almeno 50 milioni di danni nel settore agroalimentare dallo sciopero dei Tir. E in meno di una settimana. Al danno economico immediato va aggiunta la perdita di credibilità, con la grande distribuzione europea, pronta a sostituire il prodotto 'Made in Italy' con quello proveniente da altri Paesi, come la Spagna e Israele, concorrenti della produzione siciliana nell'ortofrutta.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati