Liberalizzazioni, tassisti in assemblea a Palermo

Una cinquantina di mezzi sono rimasti fermi a piazza Politeama. Il segretario regionale dell'Ut: "Si dovrebbe parlare solo di liberalizzazione delle tariffe, che sono stabilite dai Comuni, e non del servizio"

Sicilia, Cronaca

PALERMO. Tassisti in assemblea, anche questa mattina, a Palermo contro il piano di liberalizzazioni, avanzato dal Governo Monti. Una cinquantina di mezzi sono rimasti fermi a piazza Politeama, nel cuore del centro cittadino. La protesta è cominciata venerdì scorso, dopo una pausa di due giorni, è ripresa lunedì, articolata secondo un calendario di assemblee di cinque ore giornaliere.
"Piuttosto che di liberalizzazioni dei taxi - dice il segretario regionale dell'Uti, Orazio Marra - bisognerebbe parlare di liberalizzazione delle tariffe, che sono stabilite dai Comuni, e non del servizio". Al termine dell'assemblea i tassisti torneranno al lavoro, ma verosimilmente non potranno svolgere il servizio perché a causa dello sciopero degli autotrasportatori dell'Aias e degli agricoltori del movimento dei Forconi, in corso da giorno 16, molte vetture sono rimaste a secco di carburante. "Le centrali operative - prosegue Marra - sono aperte, ma ci ritroviamo senza carburante".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati