Anziana uccisa nell'Agrigentino, ergastolo a terzo romeno

AGRIGENTO. I giudici della corte d'Assise d'Appello di Palermo hanno confermato la condanna all'ergastolo, inflitta dal gup del tribunale di Sciacca nel marzo 2010, a Constantin Butanescu, 30 anni, romeno, per l'omicidio dell'anziana Vincenzina Galati di Ribera, uccisa nella notte fra il 26 e il 27 febbraio del 2006.
Per lo stesso delitto erano stati già stati condannati al carcere a vita (con sentenza passata in giudicato) anche Liliana Doinica Hunuzau, 29 anni, e Mihai Daniel Maftei, 25 anni, romeni. La posizione processuale di Botanescu era stata stralciata poiché quando vennero arrestati Liliana Doinica Hunuzau e Mihai Daniel Maftei si trovava detenuto per altri reati in Grecia da dove è stato, poi, estradato. Vincenzina Galati morì perché soffocata da un centrino conficcatole in gola per non farla urlare. Fu trovata, nella sua abitazione, legata al letto. Costantin Botanesco, ha rivelato che il gruppo aveva intenzione di compiere un furto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati