Vertice a Roma a vuoto: l'Udc resta fuori dal governo

Incontro tra Lombardo Cesa e Fini. Lo scudocrociato non cambia posizione. D'Alia: "Chiesto invano un governo politico"

PALERMO. L'Udc rimane ferma nelle proprie posizioni assunte in Sicilia: fuori dal governo e passaggio all'opposizione. Si è chiuso dunque con un nulla di fatto il vertice a Roma tra il segretario dell'Udc Lorenzo Cesa, il governatore siciliano, il leader del Mpa Raffaele Lombardo e Gianfranco Fini (Fli).  "Cesa ha semplicemente detto a Lombardo che se ha proposte da fare le faccia e il partito valuterà, ma il governatore al momento sembra non averne", dice il senatore e coordinatore dell'Udc in Sicilia, Gianpiero D'Alia, che ribadisce le ragioni per le quali il partito ha deciso di uscire dal governo regionale, dopo aver chiesto "invano" una svolta, mettendo fine all'esecutivo tecnico per formare una giunta politica "che affronti le riforme".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati